Google Website Translator

sabato 23 marzo 2013

WALKIE & TALKIE - Il ritorno

E' finalmente disponibile la prima raccolta di Walkie e Talkie. Quattro storie complete che segnano il ritorno di questi due simpaticissimi personaggi creati da me e dal grande Giorgio Cavazzano e per i quali abbiamo realizzato una quarantina di episodi.




Le pagine sono state restaurate nei colori e nel lettering, per essere viste  in alta risoluzione anche sull'iPad. Ecco le prime pagine delle storie:


Questa è la storia che introduce i personaggi
e quindi viene mostrata per prima, anche se
non è stata la prima ad essere prodotta.


Anche in questa appare l'ispettore Poppol,
che sarà una figura ricorrente nelle avventure
di Walkie e Talkie.


Una caratteristica delle storie di Walkie e Talkie
(e di molte altre mie storie, in seguito) sono
i titoli, spesso in rima, fatti per divertire
ed essere ricordati proprio per la loro
assonanza.




Cliccate qui per raggiungere la pagina del catalogo, da dove potrete acquistare la Raccolta.
Oppure qui per leggere una storia completa in Anteprima, su Issuu.com.
Spero che vi piacciano. Ogni commento è gradito.






3 commenti:

  1. Uauuo, di 'Walkie e Talkie' ho sempre letto l'esistenza ma non ne ho alcuna storia nonostante sia un Cavazzaniano Doc :)
    Di questi personaggi sporadici e rari, verso il 1997 scovai solo 3 storie di 'Smalto e Jonny' e 2 storie con 'i Due Colonnelli' su vecchie copie del 1976-77 del mensile 'il Mago' dell'allora 'Arnoldo Mondadori Editore' trovate miracolosamente grazie al leggendario 'ComicSuk' che si teneva mensilmente nella 'Casa del Popolo' a Torre di Pordenone organizzato dal grande Salvatore Oliva, possessore tra l'altro delle copie suddette, e che dopo un po' di mercanteggiamento me le vendette con mia grande gioia! Per me all'epoca era come se avessi rinvenuto una pepita d'oro nel fiume :D

    In questo tuo caso ecco uno degli utilizzi perfetti del formato digitale!
    Devo dire che apprezzo molto anche il fatto che questa volta avete lasciato il formato della tavola originale senza reimpaginazioni come era stato fatto su 'Capitan Rogers'; non perché non fossero di qualità gli interventi di adattamento sul formato orizzontale, ma per un 'purista' è sacro mantenere la tavola filologicamente così come è stata ideata in origine dal disegnatore, con quella regia e quell'accostamento di vignette e pagine che sono la fotografia e lo specchio di un momento storico, di un atto artistico compiuto in quel contesto. Se invece ora dovesse essere prodotta una storia nuova per il digitale allora si potrebbero ripensare i formati della pagina ma secondo me tutto deve essere concepito fin dall'inizio dagli autori. Ho qualche dubbio solo sullo stile di ricolorazione e sull'immagine di copertina..

    Comunque grande lavoro, sarebbe bello ritrovare con questo metodo tutte le storie rare prodotte in passato.. Ho visto sul tuo profilo Issuu che hai messo anche alcune tue storie importanti Disney. Perché non proponi un accordo alla Disney per fare lo stesso con i loro archivi, potresti dirigere un team loro che si occupi di recupero, restauro, ricolorazione ragionata (forse meno forte) fatta da artisti-coloristi digitali, stoccaggio e vendita online di 'perle antiche' divise x autori.. In modo tale che uno possa ritrovare tutta la fumettografia di un tale autore e comprarsela a pezzi come si fa da te su Comics Bay.

    Avete questa intenzione, state già facendo qualcosa in questo senso, o per loro delle grandi major non è una strada commerciale conveniente? (tanto se non vogliono ora, qualcuno prima o poi lo farà di sicuro ed è l'unico modo per preservare un patrimonio autoriale unico al mondo)

    Mi sa che questo di 'Walkie e Talkie' sarà il mio primo acquisto di ebook, era da anni che volevo vedere queste storie.

    Grazie, e tanti complimenti!

    RispondiElimina
  2. Due omaggi a WALKIE & TALKIE sono apparsi anche nel mio blog:
    Il ladro di monumenti
    Casa, dolce casa

    Adesso mi fiondo ad acquistare gli originali, che spero siano visibili anche sul PC (che possiedo) oltre che sull'IPAD (che non ho).

    Complimenti per l'iniziativa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo. Sono in PDF con un Social DRM (solo un metatag che identifica il proprietario) per cui sono visibili perfettamente su qualsiasi PC o tablet. Con iPad sono leggibili benissimo attraverso iBooks o qualsiasi app che legge i PDF.
      Sono in preparazione altri episodi, ma il restauro è lungo e mi ci vorrà tempo. Intanto questa è un corposo assaggio.

      Elimina